Riconoscere e affrontare una crisi esistenzialedi uomo reebok uomo militare scarpe marca Sneakers Verde Scarpe aqFFv7Z56

26022 Racy Scarpe Antinfortunistiche Raving S3 DIKE 2019 zww7ZqCE
Cr500 Barca Scarpe Sito Grigie Uomo Tribord suhq982y3fl6 wqzpITn

Riconoscere e Mocassino Da Duke Mocassini Grenson Uomo 613e23 Uomo Da Scarpe UHwrqIxFHnaffrontare una crisi esistenziale

Le crisi esistenziali sono in continuo aumento e sempre più persone si trovano spaesate nella ricerca e realizzazione di se stessi e dei propri desideri. Per questo noi di GuidaPsicologi.it abbiamo chiesto aiuto alla Dott.ssa Silvana Ceccucci, Psicologa e Psicoterapeuta definita dai suoi stessi pazienti come un aiuto fondamentale anche nelle situazioni più estreme, per preparare una guida di sopravvivenza a queste crisi, presenti e future.

Come riconoscere una crisi esistenziale? In genere la crisi esistenziale è caratterizzata da una disposizione interiore profondamente angosciosa e associata ad un senso di perdita di identità personale che sfocia, poi, in una mancanza di senso e di significato della propria vita.

Ciò può avvenire a seguito di diverse cause, di cui le fondamentali sono: eventi traumatici e di forte stress a cui non si riesce a far fronte in alcun modo; oppure conducendo uno stile di vita fortemente esteriorizzato, banalizzato e disgregante, che ha perso il contatto con i valori guida alla base dell’esistenza umana.in 100 stile Giacca sintetica motociclista Pimkie superiore pelle

L’equilibrio psichico è organizzato e dipende in larga parte dalla percezione significativa di sé e del proprio vissuto personale. Qualora nell’individuo venga a mancare questa fondamentale sensazione di senso e significato, si creerà la tendenza a rifuggire da se stessi e dai propri impegni di vita attraverso forme di compensazione e gratificazione fittizia e con atteggiamenti altamente distruttivi quali: assunzione di droghe, atteggiamenti di potenza, suicidio immediato e differito (anoressia e droghe).

L’uomo di oggi ha perso i contatti con l’universo dei valori autentici e, pertanto, ricerca soddisfazioni compensatorie per superare l’inevitabile senso di vuoto esistenziale. Ricordiamo anche che, da questo vuoto interiore (che è il maggior segnale di crisi esistenziale) si genera poi anche una forte crisi di identità per cui, gli stessi ruoli abituali, famigliari, lavorativi, di studio, sembrano essere divenuti estranei e perdono il loro potere di coinvolgimento, per cui, tutte le responsabilità connesse saranno disattese. Ancor più difficile sarà per questo soggetto, far fronte a situazioni straordinarie o traumatiche come potrebbero essere oggi quelle di perdita di lavoro o di lutti o altro.

Dunque riassumiamo i segni di una crisi esistenziale:

  • Perdita di senso e di significato della propria vita e della vita in generale
  • Senso di vuoto accompagnato da stanchezza fisica e psichica
  • Mancanza di motivazione e di interesse allo svolgimento dei compiti della vita
  • Indifferenza ed estrema difficoltà a far fronte a situazioni di vita impreviste, importanti e dolorose
  • Apatia interiore ed esteriore che si manifesta anche col “lasciarsi andare”
  • Mancanza di senso di appartenenza alla famiglia e alla società
  • Jeffery nappe West con Mocassini con Martini in camoscio 4wOqxB64rn
  • Rifugio nelle droghe, nel gioco, e in atteggiamenti e teorie mistiche e fuorvianti (anche di falsi guru approfittatori di cui oggi pullula il mondo)

Quando ci si sente persi e confusi, qual è la prima cosa da fare? La prima cosa da fare trovandosi in uno stato di disordine mentale è cercare di calmarsi e ciò si ottiene con un profondo respiro e una “presa di distanza” dal problema o dai problemi contingenti e stressanti.

Teniamo presente che nessuna situazione può essere adeguatamente affrontata partendo da uno stato d’animo agitato e sconnesso dalla fonte del sé (la nostra fonte di saggezza interiore). Ogni situazione che ci causa dolore e stress deve essere considerata ed analizzata a partire da quell'”esame di realtà” (tanto caro a Freud), che si conduce, precisamente, allo stesso modo di un problema matematico, e cioè attraverso l’esame dei “dati” presenti e costituenti il problema.

Fatto questo dovremmo prendere in esame lo stato emotivo che il problema ha prodotto, e, confrontandolo con i dati di realtà, si potrà comprenderne più o meno la proporzione o la sproporzione.

Bisogna verificare cioè se, la risposta emotiva al problema è proporzionata al problema stesso. Noteremo che quasi sempre la parte emotiva amplifica notevolmente il problema, addirittura lo ingigantisce a tal punto da inibire profondamente la parte razionale e creativa della mente, che sola potrebbe risolvere il problema stesso.

Gli stati emotivi sbilanciati e alterati nella gamma negativa, causano anche (oltre a quella razionale) una sorta di inibizione motoria, per cui, sommando il tutto, ne risulta impossibile ideare un piano d’azione e porlo in essere a soluzione del problema o dei problemi. Quindi risulta essenziale giungere ad un ridimensionamento degli aspetti emotivi.